RICERCA

Veillonella: un batterio contro l’acido lattico

Studio sul microbioma intestinale di 87 atleti

Negli ultimi anni il microbioma è diventato un elemento molto studiato dalla scienza. L’insieme dei microbi ospitati dal nostro organismo è infatti di fondamentale importanza non solo per la digestione ma anche per il corretto funzionamento del nostro corpo. Per gli sportivi avere un microbioma equilibrato e ben funzionante è fondamentale per ottimizzare le proprie prestazioni in gara e migliorare i tempi di recupero. La strada è ancora lunga in quanto il numero di batteri è stimato tra 500 e 2.000 specie e molte di esse devono ancora essere identificate.

Tuttavia, un passo avanti è stato compiuto grazie a un recente studio, coordinato dal Wyss Institute e il Joslin Diabetes Center di Boston, che ha identificato il ruolo di uno di questi batteri analizzando il microbioma intestinale - o microbiota - di 87 atleti d'élite e olimpici e maratoneti. Le analisi hanno rivelato che tutti gli sportivi presi in esame avevano un’abbondanza di un particolare tipo di batterio, il Veillonella. In particolare, le loro feci, raccolte durante la settimana prima e dopo la competizione, hanno mostrato un considerevole aumento di questo microrganismo. In seguito a questa scoperta, il team ha impiantato la Veillonella nell'intestino di alcuni topi; il risultato è stato che i roditori, oltre a migliorare le performance sportive sulla ruota del 13% hanno ridotto l'incidenza dei processi infiammatori. Questo avvalora quanto emerso da ricerche precedenti, che hanno dimostrato che questo batterio è in grado di agevolare lo smaltimento dell’acido lattico che si accumula durante gli sforzi sportivi. Quindi, nel momento in cui un atleta partecipa a una competizione o si allena, la produzione di acido lattico in eccesso favorisce il proliferare del batterio Veillonella, prodotto al fine di smaltire più velocemente il lattato.

Tra gli esami che proponiamo agli sportivi che decidono di intraprendere un percorso Factor 23, è presente il kit del microbiota (microbioma intestinale) e della salute intestinale. Questo esame è importante al fine di determinare i batteri che popolano l’intestino dell’atleta e, nel caso in cui emergessero disturbi, di come migliorarli con l’alimentazione.

Hai dubbi o domande? Leggi le nostre F.A.Q. o contattaci